Home Ass. Mantova Bed and Breakfast Lo Statuto dell'Associazione

Statuto dell’Associazione Mantova Bed and Breakfast.

Art. 1 – COSTITUZIONE

È costituita in Mantova, l'Associazione: Mantova Bed and Breakfast, denominata anche , in breve, ”MB&B”.

L’Associazione ha sede legale in Mantova, Via Mazzini n.22.

L'MB&B è una libera associazione senza fini di lucro, apartitica, apolitica, ed intende uniformarsi, nello svolgimento della propria attività, ai principi di democraticità interna e della struttura, di elettività e di gratuità delle cariche sociali. 
Tutti gli utili e gli avanzi di gestione saranno utilizzati per il perseguimento delle finalità istituzionali e per lo svolgimento delle attività connesse e collaterali.
L'associazione si dichiara costituita nel pieno rispetto della Costituzione italiana, delle norme di legge vigenti, dell'atto costitutivo e del presente Statuto.
L'Associazione adotta il segno distintivo sotto rappresentato, formato dall’unione grafica delle iniziali delle parole “Mantova Bed & Breakfast”, nei colori preferibilmente del verde nelle varie sfumature e comunque in tutti i colori, se necessario, per soddisfare esigenze cromatiche grafiche.

L'associazione si ispira ai principi e alle norme contenute nella L.R. 28 aprile 1997 n.12, art. 16 bis.


Art. 2 -  SCOPI


L'Associazione persegue i seguenti scopi:

  1. favorire la cultura dell’ospitalità turistica di tipo familiare, legata alla migliore tradizione italiana;
  2. coordinare le esigenze delle categorie dei soci;
  3. fornire assistenza tecnica, legislativa e fiscale ai soci;
  4. favorire l’incontro tra la domanda di alloggio e le offerte provenienti dai soci.
  5. rappresentare all’esterno l’Associazione, portando le tematiche a conoscenza del pubblico e del legislatore;
  6. creare una struttura di tipo federativo in cui convogliare le associazioni ed enti rappresentativi di varie categorie affini, al fine di realizzare reti di soggetti interrelati e sinergici per il raggiungimento degli scopi di cui sopra;

7.    fornire materiale informativo e divulgativo.

Per il conseguimento degli scopi suddetti l'Associazione si avvarrà dei seguenti mezzi:

  1. eventuali contributi dello Stato, delle Regioni e degli Enti Locali, anche in base alle vigenti norme in materia;
  2. quote sociali pagate dagli associati;
  3. elargizioni liberali di associati o di terzi (persone fisiche, persone giuridiche od enti);
  4. donazioni, eredità e legati di beni mobili ed immobili;
  5. chiedere l'affidamento di progetti esecutivi, incarichi o attività operative deliberate dai competenti organi nazionali, regionali, provinciali in linea con gli scopi dell'Associazione;
  6. svolgimento di attività connesse e collaterali.
L'associazione invia annualmente, in adempimento a vigenti formalità di legge e regolamenti, alla Regione Lombardia ed alle Autorità e Dipartimenti statali e locali competenti, il consuntivo delle attività svolte ed il preventivo di quelle programmate per l'anno successivo, chiedendo, ove occorra, contributi e sovvenzioni per l'Associazione e\o per le singole Sezioni, appositamente istituite.


ART. 3 - ASSOCIATI

Possono aderire all’Associazione:

1. Tutti i soggetti residenti nel territorio della provincia di Mantova, titolari di un’attività di Bed and Breakfast o affittacamere o strutture extra alberghiere, così come definita dalla L.R. 28 aprile 1997 n.12.
Requisiti più restrittivi saranno poi precisati in un’apposita “Carta della Qualità”, che costituirà apposita specifica del presente punto 1) art.3 dello Statuto. Detta Carta regolerà le caratteristiche dei soci di cui al precedente punto per quanto riguarda i seguenti aspetti fondamentali:

  • le caratteristiche che dovrà possedere l’alloggio;
  • le condizioni generali della casa e/o dell’immobile;
  • i requisiti personali dell’esercente;
  • la tipicità dell’accoglienza.


2. I Soci sono tenuti, entro il 30 novembre di ogni anno, al pagamento della quota sociale per l’anno successivo, stabilita dal Consiglio Direttivo, nonché all'osservanza del presente Statuto, dei Regolamenti interni, della Carta della Qualità e delle deliberazioni assunte dagli Organi Sociali.

Gli associati sono classificati in:

  • associati ordinari
  • associati sostenitori
  • associati aderenti
  • associati benemeriti ;

L'ammissione dell'associato ordinario, previo parere favorevole del Consiglio Direttivo, è subordinata al rispetto di:

  1. Presentazione da parte di almeno due soci anziani;
  2. Rispetto del presente statuto e della Carta della Qualità;
  3. Versamento della quota d’iscrizione;
  4. Eventuale contributo straordinario, fissato dal Consiglio Direttivo.
In caso di diniego alla richiesta di adesione, si dovrà dare semplice comunicazione all'interessato.

Ordinari: 
sono associati ordinari coloro che sono stati ammessi a far parte dell'Associazione, che corrispondano annualmente la quota sociale e che partecipino alla vita associativa. 
Essi costituiscono l'Assemblea degli Associati che elegge gli organismi sociali.

Sostenitori: 
sono associati sostenitori coloro che contribuiscono al sostegno economico dell'Associazione e dei suoi programmi, versando una quota annuale, senza partecipare direttamente all'attività dell'MB&B e dei suoi organismi direttivi. 
Possono essere invitati alle Assemblee dell'MB&B, partecipando senza il diritto di voto.

Aderenti: 
sono associati aderenti i rappresentanti di Enti,  Associazioni pubbliche e private in Italia o all'estero che, con apposito atto formale, aderiscono all'Associazione Mantova Bed and Breakfast, per il raggiungimento degli obiettivi previsti dallo Statuto vigente.
Ad essi non spetta il diritto di voto.

Benemeriti: 
sono associati benemeriti coloro che per l’attività svolta, per la dedizione offerta e per il prestigio che hanno dato all’Associazione, abbiano conseguito particolare merito. 
Ad essi non spetta il diritto di voto.

Gli associati aderenti e benemeriti possono partecipare ai lavori dell'Assemblea dei soci, senza diritto di voto. 
Questi associati sono esenti da ogni onere obbligatorio d'iscrizione ordinario e\o straordinario, a favore dell'Associazione.

Gli associati ordinari hanno diritto di voto nell'Assemblea per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti interni. Il voto per la nomina degli organismi direttivi dell'Associazione non può essere in alcun modo vincolato o limitato ed è informato ai criteri di massima libertà di partecipazione, all'elettorato attivo e passivo. Essi hanno i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dal presente Statuto, nonché diritto di accesso ai documenti, delibere, bilanci, rendiconto e registri dell'associazione. L'associato che svolgesse un’attività volontaria, non potrà in alcun modo essere retribuito, ma avrà diritto al solo rimborso delle spese effettivamente sostenute per l'attività prestata. 
Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell'associazione in modo personale, volontario e gratuito senza fini di lucro, in ragione delle esigenze e disponibilità personali dichiarate.
Il comportamento del socio verso gli altri aderenti ed all'esterno dell'Associazione deve essere animato da spirito di solidarietà ed attuato con correttezza, buona fede, onestà, probità e rigore morale, nel rispetto del presente Statuto e delle linee programmatiche emanate.

La qualità di socio si perde per:

  1. il venir meno dei requisiti di socio come sopra definiti;
  2. per sospensione decisa all’unanimità dal Consiglio Direttivo, da sottoporsi alla decisione definitiva della prima Assemblea sociale successiva;
  3. per morte dell’associato;
  4. per volontaria decisione del socio che non intende continuare ad aderire all’Associazione, previa comunicazione per iscritto, fatta pervenire al Consiglio Direttivo dell’Associazione;
  5. qualora il socio si renda moroso nel pagamento della quota;
  6. quando il socio arrechi, in qualunque modo, danni morali o materiali all’Associazione.
In nessun caso, comunque, né l’associato né eventualmente i suoi eredi, potranno pretendere la restituzione di quote, ovvero di contributi versati, riserve sociali o parte del patrimonio acquisito dall’Associazione.


Art. 4 – ORGANI SOCIALI


Tutte le cariche associative sono gratuite.

Sono organi sociali:

  • l'Assemblea degli associati ordinari
  • il Consiglio Direttio
  • il Presidente
  • fino a due Vicepresidente
  • il Tesoriere
  • il Segretario
  • il Collegio dei Probiviri

  • il Consiglio dei Revisori dei Conti

Art. 5 – ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI

L'Assemblea è composta da tutti gli associati ordinari ed è l'organo sovrano dell' Associazione stessa. 
E' convocata dal Presidente almeno una volta all'anno, presso la sede sociale, ovvero in altra più opportuna scelta dal Consiglio Direttivo nell'ambito della provincia di Mantova, entro il 30 giugno di ogni anno, per l'approvazione del bilancio annuale. 
La convocazione avviene con lettera, telefax o posta elettronica almeno dieci giorni prima dell'adunanza, con l'indicazione della data, ora, luogo, ordine del giorno e dell’eventuale seconda convocazione, che potrà avvenire anche il giorno stesso, a distanza di almeno un'ora dalla prima.
L'Assemblea è presieduta dal Presidente.
L'Assemblea annuale è costituita dagli associati in regola con il pagamento della quota sociale. 
Gli associati possono delegare altri associati con delega scritta. Ciascun associato può essere portatore di non più di due deleghe.
L'Assemblea :
 - elegge il Presidente, il Tesoriere, il Segretario e almeno due  Consiglieri, che congiuntamente formano il Consiglio Direttivo;
- nomina i tre Revisori dei Conti ed un supplente;
- elegge i tre membri del Collegio dei Probiviri;
- modifica lo Statuto o l'Atto Costitutivo;
- delibera, su proposta del Presidente, d'intesa con il Consiglio Direttivo, su ogni argomento regolamentare che attenga all'Associazione;
- delibera sulle relazioni dei Revisori e del Presidente, nonché sul bilancio presentato dagli amministratori;
- fissa, su proposta del Presidente in accordo con il Consiglio Direttivo, l'ammontare della quota d'iscrizione annuale; 
- nomina gli associati benemeriti ed aderenti proposti dal Presidente in accordo con il Consiglio Direttivo;
- delibera, su proposta del Consiglio Direttivo, l'eventuale esclusione di uno o più associati per gravi motivi;
- delibera sugli atti e contratti relativi a diritti reali immobiliari;
- ratifica l'adozione di segni distintivi proposti dal Presidente e dal Consiglio Direttivo;
- delibera, in seduta straordinaria, sullo scioglimento dell'Associazione e sulla destinazione del patrimonio sociale;
- nomina i liquidatori dell'Associazione.
L'Assemblea degli associati deve essere convocata su richiesta scritta e con ordine del giorno motivato se domandata da almeno un quarto di essi.
L'Assemblea ordinaria è valida :
- in 1° convocazione con la presenza di almeno la metà più uno degli associati;
- in 2° convocazione, a distanza di almeno un'ora dalla prima, qualsiasi sia il numero dei soci presenti. 
Le delibere saranno adottate a maggioranza dei presenti personalmente o per delega.
L’Assemblea straordinaria è valida:
- in 1° convocazione con la presenza di almeno la metà più uno degli associati;
- in 2° convocazione, a distanza di almeno un'ora dalla prima, con la presenza di almeno il trenta percento (30%) degli Associati.
Le delibere saranno valide con il voto favorevole della maggioranza dei presenti personalmente o per delega scritta.

Art. 6 – CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Il Consiglio d’Amministrazione d’ora in poi chiamato Consiglio Direttivo è eletto dall'Assemblea degli associati ed è formato dal Presidente e da quattro membri. 
Il Consiglio dura in carica tre anni ed i singoli membri sono rieleggibili.
Nomina al suo interno fino a due Vicepresidenti. 
Delibera a maggioranza computando anche il voto del Presidente. A parità di voti, prevale il voto di chi presiede la riunione (il Presidente o un Vicepresidente). 
Il Consiglio ha la facoltà di procedere alla propria integrazione, in caso di dimissioni, di decadenza, di decesso. 
La prima Assemblea annuale dei soci ratifica le decisioni che il Consiglio Direttivo abbia assunto per necessità od urgenza. 
I membri del Consiglio non ricevono alcuna remunerazione in dipendenza della loro carica, salvo il rimborso spese per l'attività sostenuta a favore dell'Associazione.
Il Consiglio Direttivo :
- elabora il bilancio da sottoporre all'Assemblea annuale;
- elabora ed istituisce la stesura della Carta della Qualità e ne cura l’applicazione e l’aggiornamento;
- cura il conseguimento degli scopi sociali, applicando anche la Carta della Qualità, secondo le deliberazioni dell'Assemblea;
- delibera lo schema di bilancio preventivo e di quello consuntivo da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;
- accetta l'ammissione di nuovi associati;
- delibera sulle proposte di costituzione delle Sezioni dell'Associazione;
- propone la nomina di associati benemeriti ed aderenti, con relative motivazioni;
- determina la misura della quota sociale annuale da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea, nonché altri eventuali contributi straordinari, a carico degli associati;
- propone l'adozione di ogni altro segno distintivo;
- delibera i provvedimenti disciplinari a carico degli associati e propone all'Assemblea l'esclusione di uno o più associati, per ragioni motivate e gravi ;
- nomina rappresentanti dell'Associazione, anche se non consiglieri, presso Enti esterni e per la partecipazione a convegni, conferenze, manifestazioni e incontri con delegazioni, commissioni, comitati, gruppi di studio e di lavoro. Per ogni singola attività delegabile, il Consiglio stabilirà preventivamente i limiti del potere delegato e l'ammontare degli oneri relativi da porre a carico dell'Associazione. In ogni caso nessuna nomina o partecipazione potrà essere deliberata dal Consiglio in assenza di adeguata copertura finanziaria;
- approva convenzioni, atti gratuiti e concessioni con istituzioni pubbliche e private, per il miglior conseguimento degli scopi associativi e, in ogni caso, con obbligo di riferire all'Assemblea immediatamente successiva ;
- delibera l'acquisto, o la dismissione, di beni mobili necessari per lo svolgimento dell'attività istituzionale, con obbligo di riferirne all'Assemblea immediatamente successiva; in ogni caso, al momento dell'acquisto, deve sussistere la relativa copertura finanziaria.
Il Consiglio è solidalmente responsabile, ai sensi di legge, per ogni eventuale irregolarità commessa collegialmente.

Art. 7 – PRESIDENTE

Il Presidente è eletto dall'Assemblea. Dura in carica tre anni ed è rieleggibile.
Egli ha le seguenti funzioni :
- ha la rappresentanza legale dell'Associazione; 
- presiede il Consiglio Direttivo;
- In caso di suo impedimento, le funzioni sono esercitate dal Vicepresidente designato, tenendo conto eventualmente della maggiore anzianità associativa.

Art. 8 – VICEPRESIDENTI – SEGRETARIO - TESORIERE

Il Segretario ed il Tesoriere sono eletti dall'Assemblea e possono coincidere nella stessa persona. 
Durano in carica tre anni e sono rieleggibili.
I Vicepresidenti sostituiscono il Presidente in caso di suo impedimento, anche temporaneo.
Il Segretario cura la tenuta e la conservazione della documentazione e delle scritture contabili e amministrative; trasmette l'avviso di convocazione dell'Assemblea e del Consiglio; provvede alla stesura ed alla conservazione delle note delle singole adunanze dell'assemblea e del Consiglio in appositi libri; potrà intrattenere rapporti non dispositivi con terzi, al fine di agevolare l'esecuzione delle delibere assembleari e di consiglio.
Il Tesoriere cura il servizio di esazione e di cassa; conserva in un istituto bancario operante sul territorio mantovano ogni somma raccolta, curando che i relativi versamenti vengano effettuati entro sette giorni dalla loro riscossione; provvede ai pagamenti che sono deliberati dall'assemblea o dal Consiglio; redige il rendiconto economico in conformità alle direttive ricevute dal Consiglio.
Il Segretario ed il Tesoriere devono tenere informato della loro attività il Consiglio Direttivo ad ogni riunione dello stesso.

Art. 9 – COLLEGIO DEI PROBIVIRI

Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri di cui almeno uno associato, nominati dall'Assemblea, i quali potranno nominare tra loro un presidente. Dura in carica tre anni ed i singoli membri sono rieleggibili.
Entro giorni trenta dal ricevimento di richieste scritte, il collegio decide irritualmente, senza obbligo di formalità anche fiscali, ogni controversia tra gli associati, tra loro e l'associazione, compresa quella di responsabilità contro gli amministratori o gli altri organi associativi. Ogni questione loro posta dovrà, quindi, essere risolta soltanto dal collegio, salvo limiti e divieti di legge. I provvedimenti del Collegio dei Probiviri sono inappellabili.
Quando il membro associato, proprio per questa sua qualità, fosse in conflitto d’interesse personale, egli non prenderà parte alla formazione della decisione finale.

Art. 10 – REVISORI DEI CONTI

Il collegio dei revisori dei conti è composto da tre membri effettivi e da un supplente, associati o non, nominati dall'Assemblea ed elegge il Presidente tra i suoi membri . Dura in carica tre anni ed i singoli membri sono rieleggibili .
Sono compiti del collegio :
- partecipare senza diritto di voto alle riunioni del Consiglio Direttivo, esprimendo pareri e suggerimenti, comunque non vincolanti;
- vigilare sulla gestione economica e finanziaria della associazione, informando tempestivamente il Consiglio e riferendo all'assemblea degli associati in caso di gravi irregolarità, alla prima successiva seduta;
- redigere la propria relazione sul rendiconto della gestione annuale, da presentare all'assemblea degli associati.

Art. 11  - PATRIMONIO SOCIALE

Il patrimonio dell’Associazione è formato dalle quote associative, da eventuali contribuzioni straordinarie, da beni mobili ed immobili acquistati a qualsiasi titolo per atto tra vivi o mortis causa, nonché lasciti, donazioni, elargizioni di qualsiasi natura da parte di associati, simpatizzanti (persone fisiche o giuridiche), Associazioni, Fondazioni, Comitati, Enti privati e pubblici; da fondi di riserva e da accantonamenti finché non erogati; dalla testata di ogni pubblicazione anche non periodica, realizzata dall'Associazione, anche se non divulgata, purché regolarmente approvata ed ammessa dalla competente autorità; dalle entrate di manifestazioni.
All'associazione è fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate in favore di altri soggetti che perseguano scopi similari.
I versamenti di qualunque entità o natura sono a fondo perduto e, pertanto, non sono né rivalutabili né ripetibili nemmeno in caso di scioglimento dell'Associazione, né in caso di morte, di estinzione, di recesso o di esclusione dell'Associazione stessa.

Art. 12 – ESERCIZI SOCIALI

L’esercizio sociale annuale va dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Art. 13 – PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

I provvedimenti disciplinari applicabili dal Consiglio sono :
- la censura scritta;
- la sospensione.
Lo stesso Consiglio può proporre all'Assemblea l'esclusione di uno o più associati, per condotta od azioni ritenute incompatibili con lo spirito e gli scopi dell'Associazione.
Contro i provvedimenti disciplinari, l’associato può ricorrere al Collegio dei Probiviri con  motivata dichiarazione scritta da far pervenire entro trenta giorni dal ricevimento dei provvedimenti sanzionatori. Quest’ultimo si pronuncerà inappellabilmente.

Art. 14 – SCIOGLIMENTO

La deliberazione dell'Assemblea di scioglimento dell'Associazione, di devoluzione del patrimonio netto e di contestuale nomina di tre liquidatori associati, anche se non amministratori, può essere approvata con il voto favorevole di almeno la metà più uno  degli associati. Inoltre l’Associazione si estingue se il numero dei soci scende a meno di tre.
La devoluzione del patrimonio netto sarà effettuata a favore di un'organizzazione con scopi similari, operante nel medesimo settore e previo parere dell'Organismo di controllo di cui all'art. 3, comma 190 della Legge n. 662 del 23/12/1996, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 15 – DISPOSIZIONI FINALI

Per quanto non previsto dal presente Statuto, valgono le norme del Codice Civile italiano e delle leggi speciali in materia.

 

Mantova Bed and Breakfast - B&B - B & B - Affitta Camere: la migliore ospitalità in famiglia a Mantova e provincia - info@mantovabedandbreakfast.it - Mantova Link

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web il visitatore dichiara di accettare e acconsentire utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso espressi in questa pagina.

Dichiaro di accettare utilizzo dei cookies per questo sito.